Italiano, Inglese

Mario Noera

Senior Policy Advisor

Mario Noera è Senior Policy Advisor per il Finance Programme, lavora sul sistema finanziario pubblico e privato italiano, allineandolo all’Accordo di Parigi per guidare la transizione ecologica. Gestirà analisi e ricerche sulle istituzioni finanziarie nazionali italiane tra cui CDP, SACE e Invitalia. Inoltre, sarà responsabile dello sviluppo di una proposta di riforma della fiscalità ambientale in concomitanza con il dibattito sulla riforma del Patto di Stabilità europeo e il raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo.

Mario è un esperto di finanza, economia monetaria e istituzioni finanziarie e ha trascorso la sua lunga carriera sia come insegnante che come asset manager professionista. Negli ultimi anni è stato coinvolto in diversi progetti di ricerca relativi ai rischi sistemici e al lato finanziario della transizione energetica e climatica.

Mario è attualmente professore associato di finanza e banca all’Università Bocconi (Milano) ed è membro dei comitati di consulenza sugli investimenti della Fondazione Cariplo e della Fondazione Cariparo. In precedenza ha insegnato economia monetaria all’Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano); è stato membro del consiglio di amministrazione e del comitato esecutivo di Bper Banca (2018-21); presidente di Arkios Sim (2018-19); vicepresidente di Unicredit Private Banking (2009-11); presidente di AIAF, l’associazione italiana degli analisti finanziari (2020-11)). È stato anche membro indipendente del consiglio di amministrazione di SCM Sim (2016-17), Unicredit Credit Management (2013-15) e IWBank (2009-12).

Nei primi anni ’80 ha iniziato come economista presso l’Ufficio Studi Economici di BCI e, dal 1998 al 2005, è stato CEO/CIO in diverse società di gestione del risparmio del Gruppo Deutsche Bank (1998-2000), del Gruppo Mediolanum (2000-01) e del Gruppo Sanpaolo (2001-05)

Dopo la laurea in economia all’Università di Modena (1977), dove ha lavorato anche come ricercatore, ha completato la sua specializzazione negli Stati Uniti come visiting fellow al Massachusetts Institute of Technology e alla Yale University (1979-82).