News

ECCO i nostri auguri di buone feste

Siamo giunti al termine del 2021, un anno speciale sia per l’azione climatica che per ECCO – l’anno della nostra nascita.

ECCO è un gruppo di esperti indipendente, senza fini di lucro, nato con l’obiettivo di contribuire, in Italia, alla definizione di una governance sul clima in linea con l’1.5 e la neutralità climatica, in grado di permettere al nostro Paese di essere protagonista della transizione ecologica in Europa e nel mondo.

Fin dalla sua nascita, ECCO ha sviluppato analisi e strategie basate su fatti e sulla scienza e ha acceso i riflettori su soluzioni concrete per superare le sfide poste dai cambiamenti climatici e sfruttare le opportunità presenti in Italia per una transizione ordinata e giusta.

Nel 2021 l’Italia è stata protagonista nello scacchiere internazionale grazie al suo ruolo di Presidenza di turno del G20 e al partenariato con la Gran Bretagna per l’organizzazione della COP26. In questo contesto, ECCO ha contribuito a identificare una strategia italiana di diplomazia climatica, di finanza per il clima e soluzioni innovative – partendo da un’analisi delle posizioni dei paesi, in particolare delle grandi potenze G20 -, in sintonia con gli obiettivi europei e internazionali.

Molto è stato fatto per la decarbonizzazione nazionale. Partendo da proposte per un piano di ripresa verde e una nuova governane climatica – inclusa l’identificazione dei pilastri di una legge per il clima – abbiamo analizzato il settore industriale italiano, concentrandoci sulla produzione di acciaio, incluso il caso specifico di Taranto, e quello della plastica. Abbiamo inoltre avanzato analisi e proposte per accelerare l’energia pulita nel settore elettrico ed evitare nuovi inutili investimenti nel gas.

Grazie ai nostri esperti, abbiamo suggerito soluzioni per trasformare la finanza italiana e riconfigurare le istituzioni finanziarie in banche per il clima. Queste proposte sono state portate all’attenzione dei rappresentanti della politica e delle istituzioni, grazie anche ad una stretta collaborazione con le maggiori organizzazioni della società civile.

La strada per costruire una nuova economia e nuova politica del clima per l’1.5 e resiliente è ancora lunga. Il 2022 sarà una tappa fondamentale nella “decade critica” – quella degli anni 20 – per limitare il rischio climatico e sbloccare le leve di trasformazione. Nel 2022 la finanza internazionale e la diplomazia climatica continueranno a essere centrali con la COP nel continente africano, in Egitto. In campo europeo, l’implementazione del Pacchetto Fit for 55, delle politiche energetiche, industriali e dei trasporti a zero emissioni e politiche di giusta transizione sarà centrale anche per la politica domestica.

Siamo convinti che il 2021 abbia segnato, anche in Italia, un anno di svolta nella consapevolezza dell’urgenza dell’azione climatica. Rimane ancora molto da fare per convertire i nuovi impegni in politiche e azioni reali coerenti con gli obiettivi climatici. In quella che è stata la tragica esperienza della pandemia da COVID-19, è imperativo cogliere l’opportunità di ripensare l’economica, la società, le istituzioni e la politica per costruire un mondo più sano e resiliente capace quindi di rispondere in modo efficace, adeguato e giusto alle sfide epocali della salute e del clima.

Cogliamo l’occasione per augurarvi Buone feste e un Felice anno nuovo, dandovi appuntamento a gennaio per continuare insieme in questa sfida comune.

Il team di ECCO

Share on